Terapia d’urto

Un metodo per accellerare la tua guarigione

Onde d’urto

Le onde d’urto radiali sono onde ad alta energia acustica: esse vengono trasmesse attraverso la superficie della pelle e diffuse radialmente (sfericamente) nel corpo. Il corpo risponde ad un aumento dell’attività metabolica intorno all’area di dolore, stimolando ed accelerando il processo di guarigione.

Le patologie dove si rende necessaria la terapia delle onde d’urto sono ormai avvalorate scientificamente riguardano:

  • Tessuti ossei: Ritardi di consolidamento/pseudoartrosi Necrosi asettica testa omero/femore
  • Fratture da stress Algoneurodistrofia
  • Patologie dei tessuti molli: Condrocalcinosi gomito, anca, ginocchio Rigidità articolare spalla/gomito/anca/gin.
  • Calcificazione e ossificazione Miositi ossificanti Fibromatosi di muscoli, legamenti, fasce
  • Tendinopatie dei tessuti molli
  • Tendinopatia calcifica di spalla
  • Epicondilite laterale di gomito
  • Tendinite trocanterica
  • Tendinite della zampa d’oca
  • Tendinite post-traumatica di ginocchio
  • Tendinite del rotuleo
  • Tendinite del tendine d’Achille Fascite plantare con sperone calcaneale.

La terapia con onde d’urto è dolorosa?

Sì, la terapia può essere dolorosa in particolare quando l’onda d’urto va sull’osso e  va a stimolare il periostio che è particolarmente sensibile.

Quindi è poco dolorosa se si trattano muscoli o tendini lontani dall’osso, più dolorosa quando si va sull’osso.

Quali sono i primi risultati della terapia con onde d’urto? 

Nella maggior parte dei casi la terapia richiede da tre a cinque sedute. Immediatamente dopo il trattamento e per 4-5 ore dopo, si assiste ad una diminuzione del dolore (effetto inibitorio sui recettori del dolore e liberazione locale di endorfine).

Successivamente, tra la sesta e la ventiquattresima-quarantottesima ora, la sintomatologia riprende fino a raggiungere talvolta un picco superiore a quello precedente il trattamento; dopo 48 ore inizia una diminuzione progressiva del dolore, che con successive sedute di terapia con onde d’urto permetterà una remissione completa dei sintomi.

Tuttavia all’uso delle onde d’urto come terapia esistono anche delle controindicazioni: quelle assolute sono limitate ai disturbi della coagulazione, alle polineuropatie, alle tenosinoviti infettive ed alla presenza di nuclei di accrescimento in prossimità del campo di pressione.

Risposta dei tessuti

La terapia con onde d’urto provoca una risposta da parte dei tessuti sofferenti in modo tale da stimolare i tessuti stessi ad auto-ripararsi attraverso fenomeni di riduzione degli aspetti ossidativi e infiammatori, la  neoangiogenesi locale e la stimolazione dell’attività biologica delle cellule coinvolte nella patologia.

Non va però dimenticato che la terapia agisce sulla situazione finale della patologia, non agisce sulle cause originarie che hanno portato ad instaurarsi la sofferenza, ad esempio spesso la tendinite calcifica di spalla è legata ad una sfavorevole conformazione posturale e muscolare del tronco e del cingolo scapolo-omerale.

Quindi la terapia con onde d’urto può essere utile a trattare la tendinite, ma se non si curano anche le situazioni viziate che ne sono la vera causa è molto probabile che la sofferenza si ripresenti. Per questo le onde d’urto vanno accompagnate da un’attenta valutazione clinica e da un concomitante trattamento riabilitativo.

Controindicazioni-onde-durto-cellulite-1 Onde Urto
2-1 Onde Urto

Le onde d’urto Storz Medical

Dolori della muscolatura, delle inserzioni tendinee, della spalla e del tallone sono fonte di disagi che limitano decisamente i movimenti naturali e la qualità della vita.

La terapia extracorporea ad onde d’urto (ESWT) è un metodo curativo moderno, molto efficace, che convoglia onde acustiche, ad alta energia, nella zona dolorante del corpo.

Grazie a questa procedura terapeutica innovativa possono essere eliminate in modo mirato alterazioni patologiche dei tendini, dei legamenti, delle capsule articolari, dei muscoli e delle ossa.

Spesso, dopo solo una o due sedute, è già percepibile un risultato positivo del trattamento. La riconquistata libertà di movimento e l’assenza di dolore restituiscono ai pazienti una qualità di vita decisamente migliore.

CONTROINDICAZIONI

La terapia ad onde d’urto non può essere eseguita nel caso di infezioni ossee, nei giovani sulle cartilagini di accrescimento, in presenza di una alterata funzione della coagulazione

(in particolare nei pazienti in terapia con Sintrom o Coumadin), e in caso di gravidanza. 

Oltre a queste controindicazioni assolute, particolare attenzione deve essere posta ai soggetti portatori di pace-maker.

Contattaci

(39) 320 40 46 758

(81) 03 23 911 

info@fisioterapianapoli.com

Orari di Apertura

Lunedì – Venerdì – 8:00 am – 19:00 pm – Orario Continuo
Sabato – Chiuso
Domenica – Chiuso

Tutti i Fisioterapisti di Fisioparthenope sono regolarmente iscritti all’albo.

tsrm Onde Urto

Sede Principale

Via A. D’Isernia 24/S – Chiaia- Napoli 

Sede di Fuorigrotta

Via Giacomo Leopardi 60 -3° piano (Si riceve per appuntamento il lunedì e il Giovedì)

Sede del Vomero

Via Mario Fiore 19 (Si riceve solo per appuntamento)

 

Le-mani-giuste Onde Urto

Affidati SEMPRE ad un Fisioterapista Professionista